Marketing Digitale cos’è ?

Marketing Digitale cos'è

Conosciamo da vicino il mondo del Marketing Digitale, le potenzialità e del cambiamento che sta avvendendo nel mondo della comunicazione.

Cari amici oggi cerco di spiegare in maniera semplice e sintetica il Marketing Digitale e gli elementi che stanno rivoluzionando il mondo del marketing e della comunicazione.

Marketing Digitale cos’è ?

Il Marketing Digitale è la componente del marketing che utilizza Internet e le tecnologie digitali online come computer desktop , telefoni cellulari e altri media e piattaforme digitali per promuovere prodotti e servizi.   Il suo sviluppo negli anni ’90 e 2000 ha cambiato il modo in cui i marchi e le aziende utilizzano la tecnologia per il marketing. Poiché le piattaforme digitali sono state sempre più incorporate nei piani di marketing e nella vita di tutti i giorni,  e poiché le persone utilizzano sempre più dispositivi digitali invece di visitare i negozi fisici, [le campagne di marketing digitale sono diventate prevalenti, impiegando combinazioni di ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), marketing dei motori di ricerca (SEM), marketing dei contenuti , marketing degli influencer , automazione dei contenuti, marketing delle campagne, marketing basato sui dati , marketing e-commerce , marketing dei social media , ottimizzazione dei social media , marketing diretto tramite e-mail , pubblicità display , e-book e dischi otticie i giochi sono diventati all’ordine del giorno.

Il marketing digitale si estende ai canali non Internet che forniscono media digitali, come televisione, telefoni cellulari ( SMS e MMS ), richiamate e suonerie mobili in attesa.  L’estensione ai canali non Internet differenzia il marketing digitale dalla pubblicità online .

 

La Storia del Marketing Digitale

Lo sviluppo del marketing digitale è inseparabile dallo sviluppo tecnologico. Uno dei primi eventi chiave si è verificato nel 1971, quando Ray Tomlinson ha inviato la prima e-mail e la sua tecnologia ha impostato la piattaforma per consentire alle persone di inviare e ricevere file attraverso macchine diverse.

Tuttavia, il periodo più riconoscibile come l’inizio del marketing digitale è il 1990 poiché qui è stato creato il motore di ricerca Archie come indice per i siti FTP . Negli anni ’80, la capacità di archiviazione dei computer era già abbastanza grande da archiviare enormi volumi di informazioni sui clienti. Le aziende hanno iniziato a scegliere tecniche online, come il database marketing , piuttosto che il broker di elenchi limitati . Questo tipo di database ha consentito alle aziende di tracciare le informazioni sui clienti in modo più efficace, trasformando così il rapporto tra acquirente e venditore. Tuttavia, il processo manuale non è stato così efficiente.

Negli anni ’90 è stato coniato per la prima volta il termine Digital Marketing .  Con il debutto dell’architettura server/client e la popolarità dei personal computer, le applicazioni di Customer Relationship Management (CRM) sono diventate un fattore significativo nella tecnologia di marketing.  La forte concorrenza ha costretto i fornitori a includere più servizi nel loro software, ad esempio applicazioni di marketing, vendita e assistenza. Gli esperti di marketing sono stati anche in grado di possedere enormi dati sui clienti online tramite il software eCRM dopo la nascita di Internet. Le aziende potrebbero aggiornare i dati delle esigenze dei clienti e ottenere le priorità della loro esperienza. Ciò ha portato alla pubblicazione del primo banner pubblicitario cliccabile nel 1994, che era ilCampagna “You Will” di AT&T e durante i primi quattro mesi di pubblicazione, il 44% di tutte le persone che l’hanno vista ha fatto clic sull’annuncio.

Negli anni 2000, con l’aumento del numero di utenti Internet e la nascita di iPhone , i clienti hanno iniziato a cercare prodotti e prendere decisioni sulle loro esigenze prima online, invece di consultare un venditore, il che ha creato un nuovo problema per l’ufficio marketing di un’azienda.  Inoltre, un’indagine nel 2000 nel Regno Unito ha rilevato che la maggior parte dei rivenditori non aveva registrato il proprio indirizzo di dominio.  Questi problemi hanno incoraggiato i professionisti del marketing a trovare nuovi modi per integrare la tecnologia digitale nello sviluppo del mercato.

Nel 2007, l’automazione del marketing è stata sviluppata come risposta al clima di marketing in continua evoluzione. L’automazione del marketing è il processo mediante il quale il software viene utilizzato per automatizzare i processi di marketing convenzionali.

L’automazione del marketing ha aiutato le aziende a segmentare i clienti, lanciare campagne di marketing multicanale e fornire informazioni personalizzate ai clienti.,  in base alle loro attività specifiche. In questo modo, l’attività dell’utente (o la sua mancanza) attiva un messaggio personale che viene personalizzato dall’utente nella sua piattaforma preferita. Tuttavia, nonostante i vantaggi dell’automazione del marketing, molte aziende stanno lottando per adottarla correttamente nei loro usi quotidiani.

Il marketing digitale è diventato più sofisticato negli anni 2000 e 2010, quando  la proliferazione di dispositivi in ​​grado di accedere ai media digitali ha portato a una crescita improvvisa.  Le statistiche prodotte nel 2012 e nel 2013 hanno mostrato che il marketing digitale era ancora in crescita.  Con lo sviluppo dei social media negli anni 2000, come LinkedIn , Facebook , YouTube e Twitter , i consumatori sono diventati fortemente dipendenti dall’elettronica digitale nella vita quotidiana. Pertanto, si aspettavano un’esperienza utente senza interruzioniattraverso diversi canali per la ricerca di informazioni sul prodotto. Il cambiamento del comportamento dei clienti ha migliorato la diversificazione della tecnologia di marketing.

Il marketing digitale viene anche definito “marketing online”, “marketing su Internet” o “marketing web”. Il termine marketing digitale è cresciuto in popolarità nel tempo. Negli Stati Uniti il ​​marketing online è ancora un termine popolare. In Italia il marketing digitale viene chiamato web marketing. Il marketing digitale mondiale è diventato il termine più comune, soprattutto dopo l’anno 2013.

La crescita dei media digitali è stata stimata in 4,5 trilioni di annunci online serviti ogni anno con una spesa per i media digitali con una crescita del 48% nel 2010. Una parte crescente della pubblicità deriva dalle aziende che utilizzano la pubblicità comportamentale online (OBA) per personalizzare la pubblicità per gli utenti di Internet, ma l’OBA solleva preoccupazioni per la privacy dei consumatori e la protezione dei dati .

La rivoluzione del Marketing Digitale nel mondo della comunicazione

Uno dei principali cambiamenti avvenuti nel marketing tradizionale è stata “l’emergere del marketing digitale”, che ha portato alla reinvenzione delle strategie di marketing per adattarsi a questo importante cambiamento nel marketing tradizionale.

Poiché il marketing digitale dipende da una tecnologia in continua evoluzione e in rapida evoluzione, le stesse caratteristiche dovrebbero essere previste dagli sviluppi e dalle strategie del marketing digitale. Questa parte è un tentativo di qualificare o separare i punti salienti notevoli esistenti e utilizzati al momento della stampa.

Segmentazione : maggiore attenzione è stata posta sulla segmentazione all’interno del marketing digitale, al fine di rivolgersi a mercati specifici sia nei settori business-to-business che business-to-consumer.

Influencer marketing : i nodi importanti sono identificati all’interno di comunità correlate, note come influencer. Questo sta diventando un concetto importante nel targeting digitale. Gli influencer consentono ai marchi di sfruttare i social media e il vasto pubblico disponibile su molte di queste piattaforme.  È possibile raggiungere influencer tramite pubblicità a pagamento, come Facebook Advertising o campagne Google Ads, o tramite sofisticati software sCRM (social customer relationship management), come SAP C4C, Microsoft Dynamics, Sage CRM e Salesforce CRM. Molte università ora si concentrano, a livello di Master, su strategie di coinvolgimento per influencer.
Per riassumere, il marketing digitale pull è caratterizzato da consumatori che cercano attivamente contenuti di marketing mentre il marketing digitale push si verifica quando i professionisti del marketing inviano messaggi senza che il contenuto sia attivamente ricercato dai destinatari.

La pubblicità comportamentale online è la pratica di raccogliere informazioni sull’attività online di un utente nel tempo, “su un dispositivo particolare e su siti Web diversi e non correlati, al fine di fornire annunci pubblicitari personalizzati in base agli interessi e alle preferenze dell’utente”.

Tali annunci pubblicitari si basano sul retargeting del sito e sono personalizzati in base al comportamento e al modello di ciascun utente.

Ambiente collaborativo : è possibile creare un ambiente collaborativo tra l’organizzazione, il fornitore di servizi tecnologici e le agenzie digitali per ottimizzare gli sforzi, la condivisione delle risorse, il riutilizzo e le comunicazioni.  Inoltre, le organizzazioni stanno invitando i propri clienti ad aiutarli a capire meglio come servirli. Questa fonte di dati è chiamata contenuto generato dall’utente. Gran parte di questo viene acquisito tramite i siti Web aziendali in cui l’organizzazione invita le persone a condividere idee che vengono poi valutate da altri utenti del sito.

Le idee più popolari vengono valutate e implementate in qualche modo. L’utilizzo di questo metodo di acquisizione dati e sviluppo di nuovi prodotti può favorire la relazione dell’organizzazione con i propri clienti e generare idee che altrimenti verrebbero trascurate. UGC è pubblicità a basso costo in quanto proviene direttamente dai consumatori e può far risparmiare costi pubblicitari per l’organizzazione.

Pubblicità basata sui dati: gli utenti generano molti dati in ogni fase del percorso del clientee i marchi possono ora utilizzare quei dati per attivare il loro pubblico noto con acquisti di media programmatici basati sui dati. Senza esporre la privacy dei clienti, i dati degli utenti possono essere raccolti da canali digitali (es: quando il cliente visita un sito Web, legge un’e-mail o avvia e interagisce con l’app mobile di un marchio), i marchi possono anche raccogliere dati da real- interazioni con i clienti nel mondo, come le visite ai negozi fisici e dai set di dati dei motori di vendita e CRM. Conosciuto anche come marketing basato sulle persone o media indirizzabile, la pubblicità basata sui dati consente ai marchi di trovare i loro clienti fedeli nel loro pubblico e fornire in tempo reale una comunicazione molto più personale, altamente pertinente al momento e alle azioni di ciascun cliente.
Una considerazione importante oggi quando si decide una strategia è che gli strumenti digitali hanno democratizzato il panorama promozionale.

Remarketing: il remarketing svolge un ruolo importante nel marketing digitale. Questa tattica consente agli esperti di marketing di pubblicare annunci mirati di fronte a una categoria di interesse o a un pubblico definito, generalmente chiamati ricercatori nel linguaggio del web, che hanno cercato prodotti o servizi particolari o hanno visitato un sito Web per qualche scopo.
Pubblicità di giochi: le pubblicità di giochi sono pubblicità che esistono all’interno di computer o videogiochi.

Uno degli esempi più comuni di pubblicità in-game sono i cartelloni pubblicitari che compaiono nei giochi sportivi. Gli annunci in-game potrebbero anche apparire come prodotti di marca come pistole, automobili o vestiti che esistono come status symbol di gioco.
Sei principi per la creazione di contenuti di marca online:

Non considerare gli individui come consumatori;
Avere una posizione editoriale;
Definire un’identità per il marchio;
Mantenere una continuità di contenuti;
Garantire un’interazione regolare

La nuova era digitale ha consentito ai marchi di indirizzare selettivamente i propri clienti che potrebbero essere potenzialmente interessati al proprio marchio o in base a precedenti interessi di navigazione. Le aziende ora possono utilizzare i social media per selezionare la fascia di età, la posizione, il sesso e gli interessi di cui desiderano che il loro post mirato venga visualizzato. Inoltre, in base alla cronologia delle ricerche recenti di un cliente, può essere “seguito” su Internet in modo che visualizzi annunci di marchi, prodotti e servizi simili,  Ciò consente alle aziende di indirizzare i clienti specifici che conoscono e ritengono possano trarne maggiori benefici dal loro prodotto o servizio, qualcosa che aveva capacità limitate fino all’era digitale.

Marketing turistico: turismo avanzato, turismo responsabile e sostenibile, social media e marketing turistico online e sistemi di informazione geografica. Man mano che un campo di ricerca più ampio matura e attrae una ricerca accademica più diversificata e approfondita

Fonti: Wikipedia –  Freepik

Louis Molino

Esperto di Comunicazione e Marketing Italiano con 25 anni di esperienza, attualmente dirige due Agenzie di Comunicazione: La Promediacom e Publicapri. Si occupa del Marketing di molte aziende italiane, offre la sua Consulenza nel campo della comunicazione ad Enti ed Istituzioni, all’ Editoria, alla Politica, ad Aziende, Professionisti e Personaggi dello Spettacolo. Dirige un piccolo gruppo Editoriale in ambito librario e digitale. Produttore di Spot e cortometraggi per la Televisione Commerciale.. Leggi tutta la bio

Lascia un commento